Mike Mangini

Mike Mangini dal 2011 è il batterista dei Dream Theater. La band è tornata in studio per un nuovo disco, Distance over time,  che sarà disponibile dal 22 febbraio 2019.

Michael Mangini è un batterista statunitense è noto per la sua notevole tecnica e per la sua velocità d’esecuzione.

Sono tanti i video su youtube in cui da sfoggio di tutta la sua abilità.

A soli 5 anni comincia a suonare la batteria. Alcuni sostengono che già in tenera età passasse fino a 10 ore a studiare lo strumento. Mike è sempre stato un ragazzo ligio al dovere. Dopo aver conseguito il diploma nel 1981, conseguì una laurea in informatica e lavorò per un software usato dal ministero della Difesa americano.

I primi successi di Mangini musicista arrivano nel 1987. Infatti comincia a suonare per la Rick Berlin Band di Boston.

Nel 1991 approda nella band thrash metal Annihilator. Registra delle tracce per l’album in studio Set the World on Fire e suona in diversi live, fino al 1994. In quell’anno gli viene proposto di entrare a far parte degli Extreme dopo l’abbandono di Paul Geary. Con gli Extreme, Mike registra un album nel 1995 Waiting for the Punchline.

Dopo lo scioglimento degli Extreme nel 1996, Mangini partecipa con successo alle audizioni per un nuovo batterista indette da Steve Vai. Dalla fine del 1996 ai primi del 2000, fa parte stabilmente della formazione live del chitarrista. Partecipa anche alle sessioni degli album Fire Garden e The Ultra Zone.

Nel 2000 comincia ad insegnare al Berklee College of Music di Boston alternadosi in vari progetti musicali che hanno più o meno successo. Collabora con Terry Bozzio e sovente torna alla batteria con gli Annihilator.

Alla Berklee Mangini sviluppa la sua didattica e scrive il libro Rhythm Knowledge in cui spiega come semplificare complessi poliritmi e partiture.

La svolta nella carriera di Mike arriva nel 2011 quando partecipa con successo all’audizione indetta dai Dream Theater per rimpiazzare il dimissionario Portnoy. Oltre alle indiscusse capacità tecniche sicuramente hanno giocato un ruolo fondamentale le passate collaborazioni con James LaBrie, cantante della band di New York.

Con i Dream Theater, Mangini ha pubblicato tre album in studio e due live. E  proprio in questi giorni è stata annunciata la release del nuovo album di petrucci&co. L’album si chiamerà Distance Over Time e sarà disponibile dal 22 febbraio 2019.

Buon ascolto!

Dennis Chambers

Il groove di Dennis Chambers a Roma in trio con Victor Wooter e Bob Franceschini al Cross Roads Live Club

Cappellino, gomma da masticare e ghigno sul viso. Signore e signori, Dannis Chambers. Uno dei più grandi batteristi viventi. Tecnica, groove e velocità di esecuzione sono le caratteristiche che lo rendono unico.

Nato a Baltimora il 9 maggio 1959, Chambers ha iniziato a suonare la batteria all’età di 4 anni. Il bambino prodigio dopo due anni è impegnato già nei suoi primi concerti. Il suo primo vero gruppo furono i Parliament/Funkadelic con cui suonò fino al 1985. E’ proprio nella musica funk e nella fusion che Dennis da il meglio di sé.

Grazie alla sua versatilità e alla facilità di approccio a gran parte dei generi musicali diventa presto un session man di gran successo.  Suona in studio e dal vivo con leggende della musica. John Scofield, Carlos Santana, Mike Stern, Bill Evans solo per citarne alcuni.

Chambers sarà in concerto a Roma domani, 6 ottobre, insieme a Victor Wooten e Bob Franceschini. Non perdetevelo!

Aquiles Priester

Il batterista brasiliano approda al Defrag di Roma per il Drum World Fest! E noi del Free Drumming Studio non potevamo mancare!

Domenica 23 settembre al Defrag di Roma sbarcherà la batteria di Aquiles Priester, virtuoso musicista brasiliano noto ai più per la sua passata militanza negli Angra.

Nasce in Sud Africa e a soli 5 anni si trasferisce a Porto Alegre, Brasile.
La sua passione per gli Iron Maiden e per il loro batterista McBrain, lo avvicinò all’heavy metal, fondamentale per la sua carriera.

Aquiles infatti iniziò ad essere notato quando prese parte al progetto degli Hangar, una band progressive power metal con cui registra 7 album in studio e un live.

La ribalta arriva nel 1998, quando si avviarono i contatti con gli Angra (in cerca di nuovi musicisti dopo la scissione del cantante Matos, del bassista Mariutti e del batterista Confessori). La rinascita della band brasiliana dunque passa da Priester ed il suo drumming preciso, serrato e contaminato da sonorità samba. Infatti è Rebirth del 2001 a risollevare le sorti degli Angra, capaci di raggiungere l’ambito disco d’oro con 100.000 copie vendute in due mesi.

La collaborazione con gli Angra dura fino al 2007, con all’attivo 4 album in studio e un live.

Successivamente, nel 2011, partecipa alle audizioni organizzate dai Dream Theater per rimpiazzare Mike Portnoy dietro le pelli insieme ad altri sei noti batteristi: Donati, Minnemann, Lang, Roddy, Wildoer e Mangini (che prenderà il posto del musicista newyorkese).

Negli anni collabora con artisti internazionali del calibro di Vinnie Moore, Tony Macalpine e Paul Di’Anno. Inoltre registra diversi video didattici in cui si possono apprezzare tutte le sue abilità musicali.

La clinic è si svolge in occasione del Drum World Fest, evento organizzato dalla webzine Drum World. Si esibiranno drummers locali e verranno messi in palio premi offerti dai partner dell’evento, tra cui la nostra scuola, la Free Drumming Studio.

Ti aspettiamo dunque al Defrag (Via delle Isole Curzolane, 75) alle ore 17.00, cerca il nostro stand e Libera Il Tuo Ritmo!

 

 

Per info e prevendite:
emilianocantiano@hotmail.it
info@officinamusicaleroma.it
Sei un allievo del FDS? Contattaci e chiedici come ottenere un piccolo sconto!

Travis Barker

Nonostante sia un produttore, una celebrità dei reality shows, un business-man ed un designer, la fama di Trevis Barker è legata alla sua carriera di batterista.

Impossibile non ricordare Travis Barker quale membro fondamentale della band punk-rock dei Blink 182 dal 1998 al loro scioglimento nel 2005.

Ed ancora dal 2009, anno della loro reunion.

Batterista americano, classe 1975, Travis Barker nasce nella cittadina di Fontana, in California.

All’ età di quattro anni riceve la sua prima batteria. Incoraggiato dalla madre che ha sempre creduto nelle sue enormi capacità, Travis Barker ha costantemente cercato di cogliere ogni singola opportunità ottenuta suonando la batteria.

Negli anni della high school Travis ha suonato in varie band tra cui i Feeble. Diplomatosi, entra a far parte dei The Suicide Machine e del gruppo The Aquabats. Con questi registra il suo primo album nel 1997 e si consolida come batterista rock.

Ma è il 1998 l’anno in cui la vita di Travis cambia radicalmente. Durante un concerto in cui gli Aquabats erano il gruppo spalla dei Blink-182, gli stessi membri di quest’ultima band chiesero a Travis di poter sostituire il batterista Scott Raynor, non più parte del gruppo. Fu così che imparando 20 canzoni in 2 ore, Travis si guadagnò il rispetto e l’ammirazione degli altri membri dei Blink-182. Il concerto fu un successo e da quel giorno, Travis Barker divenne ufficialmente il batterista della band.

Il primo album della band che vide Travis alla batteria fu Enema of the State contenente i singoli What’s my age again? e All the small things.

Successivamente allo scioglimento del gruppo, Travis partecipò a numerosi progetti e collaborazioni.

Entra a far parte del gruppo Plus 44 con Mark Hoppus e Carol Heller o, ancora, Tranplants. Quest’ultimo è un gruppo che fonde le sonorità punk a quelle rap e che vede la collaborazione tra Travis, Tim Armstrong dei Rancid e Rob Aston. Ed ancora, Black Eyed Peas, Pink, Pharrell Williams, Avril Lavigne e Rihanna con la quale ha lavorato ad un remix di Umbrella.

Ve lo proponiamo in un bel warm up!

 

Kenny Aronoff

Kenny Aronoff è conosciuto per esser stato un membro della band di John Mellencamp. Ad oggi è uno dei più grandi batteristi americani noto per aver suonato e collaborato con diversi e molteplici artisti e numerosi gruppi.

Kenny Aronoff, nato ad Albany e cresciuto in Massachussetts, inizia a suonare nella sua prima band all’età di 10 anni.

Spinto da un’irrefrenabile passione per la musica, decide di iscriversi presso l’università del Massachussets e dell’Indiana dove viene insignito con il Performer’s Certificate.

Durante il periodi di studi, Aronoff ha l’opportunità di suonare all’Aspen e Tanglewood Music Festival e con band appartenenti al circuito del Midwest club grazie ai quali è riuscito a finanziare i successivi studi in jazz-fusion inizialmente a Boston e New York e, poi, di nuovo in Indiana.

Ma, l’indole inarrestabile, porta Aronoff a ritornare alle origini, a quei suoni e studi rock and roll che erano iniziati nel 1964 con la sua prima band The Allet Cats.

Nel 1980 vince un’audizione con John Cougar e subito dopo entra a far parte del gruppo di Mellencamp con il quale registra 10 album e va in tour per un periodo di 17 anni. I lavori realizzati con Mellencamp e la sua band costituiscono certamente l’esperienza più emblematica di tutta la sua carriera. Insieme Aronoff e Mellencamp hanno, infatti, collaborato ad album quali 1980’s Nothin’ Matters, 1982’s American Fool o 1994’s Dance Naked e 1996’s Mr. Happy Go Lucky.

Tra gli ulterior e vari artisti con i quali Aronoff ha collaborato ricordiamo:  Bob Dylan, Jon Bon Jovi, Bob Seger, Belinda Carlisle; Indigo Girls, Meat Loaf, Lisa Germano, Melissa Etheridge, Rolling Stones, Joe Cocker; Lynyrd Skynyrd, Alice Cooper, Travis Tritt e Willie Nelson. Ed ancora Melissa Etheridge, Bob Seger, John Fogerty; Richie Sambora, Smashing Pumpkins e Joe Cocker con i quali Aronoff ha partecipati a molti tour.

La spettacolare carriera di Aronoff affastellata di successi e soddisfazioni vede anche l’insegnamento presso l’ Università dell’Indiana in qualità di professore associato. A questo si aggiungono le drum clinic e video di formazione tra i quali Power Workout One, Power Workout Two, e Laying it Down: the Basics of Rock Drumming.

Kenny Aronoff è di certo un batterista fuori dagli schemi che non ha mai smesso di credere nella combinazione di studio e passione per diventare dei grandi batteristi.

Genere: rock

 

Free Drumming Studio per la Lituania

Per celebrare l’ingresso della Lituania nell’Unione Europea, la Free Drumming Studio, scuola professionale di batteria, è stata selezionata a rappresentare l’Italia durante la cerimonia ufficiale di insediamento. I batteristi partecipanti: Marco Montesi, Daniele Bordonaro, Gianluigi Aloe, Emanuele D’Ascenzo.